Por La TV Aparecida Em La TV Aparecida Atualizada em 24 ABR 2019 - 11H41

Storia TV della Madonna di Aparecida

Ivan Simas/A12
Ivan Simas/A12

La TV della Madonna di Aparecida non è nata per caso. Lei è stata desiderata al meno 40 anni fa per i Missionari Redentoristi, fra loro, il Don Vitor Coelho de Almeida. L`annotazione relativa alla Radio Aparecida dal 1965 al 1997, rivelano il desiderio custodito con tenerezza fino che arrivasse l´ora giusta.

Per celebrare i 50 anni della Radio Aparecida che sarebbero completati l´ 08 settembre 2001, la direzione della Fondazione Madonna di Aparecida, formata per Don Aloísio Lorscheider, e per i sacerdoti César Moreira, Carlos da Silva, João Batista e Jalmir Herédia, ha deciso di cercare il veicolo che esisteva per la città di Aparecida (SP) nel piano basico di radiodiffusione – relazione di veicolo approvati per l´ Anatel per tutto il paese.

La proposta perché il mezzo di comunicazione 59 in UHF fosse concesso per la fondazione della Madonna di Aparecida è stata ben ricevuta. Il 05 maggio 2001, il Ministro Pimenta da Veiga, ha firmato in una cerimonia realizzata nella Radio Aparecida il progetto di concessione della TV Aparecida.

Nel 31 ottobre 2001, è stato firmato in Brasilia/DF il contratto fra il Ministero delle Comunicazioni e la Fondazione Madonna di Aparecida per il quale si segnava il periodo di 36 mesi perché lo studio cominciasse a funzionare. Nell´ 08 settembre 2005, la TV della Madonna Aparecida è stata inaugurata.

Attualmente la Rete Aparecida di comunicazione conta con la Radio Aparecida e POP FM, TV Aparecida e il portale di notizie A12.

Seja o primeiro a comentar

Os comentários e avaliações são de responsabilidade exclusiva de seus autores e não representam a opinião do site.

0

Boleto

Anterior
Próximo
Reportar erro! Comunique-nos sobre qualquer erro de digitação, língua portuguesa, ou
de informação equivocada que você possa ter encontrado nesta página:

Por La TV Aparecida , em La TV Aparecida

Obs.: Link e título da página são enviados automaticamente.