Por A12 Em Redentoristi

Tutori dell´immagine della Patrona del Brasile

Il 28 ottobre 1894, i primi Redentoristi sono arrivati in Aparecida venuti da Baviera, Germania, a richiesta del vescovo di San Paolo Don Joaquim Arcoverde de Albuquerque Cavalcante. Costituirono, nella terra della Madre Aparecida, trovata il 1717, la nuova comunità religiosa. Pian piano, hanno imparato la lingua, e si sono addatati alla nuova cultura e hanno trovato un popolo semplice e assetato di Dio.

Comissão do Patrimônio Histórico.
Comissão do Patrimônio Histórico.

Sin dalla pesca dell´immagine fino all´arrivo dei primi missionari, occorreranno molti cambiamenti. Il primo oratorio che ha accolto la piccola immagine della Concessione di Aparecida è stata la casa del pescatore Felipe Pedroso. Come la devozione aumentava, nel 1734 è stata costruita, nella Collina dei Coqueiros, (albero delle noce di cocco), una cappella per alloggiare i fedeli che venivano pregare ai piedi dell´immagine. Lo spazio è diventato piccolo e così hanno cominciato a costruire la costruzione della Basilica Vecchia, inaugurata nel 1888. Non è passato molto tempo e, nel 1946, è cominciato la costruzione del Santuario Nazionale.

I missionari hanno la coscienza che, dietro di quella piccola immagine, si nasconde una fede, la storia di un popolo.

Questi dati sono importanti perché ci inseriscono nel contesto della richiesta fatta dal Vescovo affinché i Redentoristi venissero a Aparecida: lavorare con i pellegrini che a tutti gli anni aumentavano. Nel 1894 fino ad oggi, i Redentoristi prendano cura della Casa della Madre Aparecida con molto affetto e sono i tutori.

Quando si dicono che i Missionari Redentoristi sono i tutori dell´immagine Della Patrona del Brasile, si costata che loro hanno una grande responsabilità di zelare un patrimonio devozionale brasiliano, e partendo di questo, proclamare, di maniera esplicita, la Parola di Dio a tutte le persone. Hanno l´incombenza di fare della Casa della Madre, una casa accogliente e evangelizzatora non solo ai pellegrini che vengono in Aparecida, ma anche fare in modo di arrivare, per mezzo della Rete Aparecida di Comunicazione, il messaggio che nutre i cuori degli uomini e donne del Brasile e del mondo.

I missionari hanno la coscienza che, dietro di quella piccola immagine, si nasconde una fede, la storia di un popolo, con le sue gioie e tristezze, che viene trovare la Madre, che la porta fino il Figlio Gesù. In ogni mattone che forma il grande Santuario, ha un mattone vivo che contribuisce perché questa grande opera evangelizzatora venga fuori.

Con la protezione della Madonna di Aparecida, con l´aiuto del popolo e il lavoro evangelizzatore dei Missionari Redentoristi, è stato possibile, gradualmente, arrivare a questa grande opera che protegge la Madre, accoglie i fedeli e promuove la grande festa dell´ incontro dei fratelli nella casa materna. È per amore alla Madre di Dio e ai pellegrini che i Missionari Redentoristi fino ad oggi lavorano nel Santuario di Aparecida e sono conosciuti come “ Missionari della Madonna”.

Seja o primeiro a comentar

Os comentários e avaliações são de responsabilidade exclusiva de seus autores e não representam a opinião do site.

0

Os textos, fotos, artes e vídeos do A12 estão protegidos pela legislação brasileira sobre direito autoral. 
Não reproduza o conteúdo em outro meio de comunicação, eletrônico ou impresso, sem autorização expressa do A12 (contato@a12.com).

Boleto

Anterior
Próximo
Reportar erro! Comunique-nos sobre qualquer erro de digitação, língua portuguesa, ou
de informação equivocada que você possa ter encontrado nesta página:

Por A12, em Redentoristi

Obs.: Link e título da página são enviados automaticamente.